INFORMATIVA: Questo sito utilizza cookie di profilazione (propri e di altri siti) per inviarti pubblicità in linea con le tue preferenze. Se vuoi saperne di più o negare il consenso a tutti o ad alcuni cookie clicca qui: Informativa sui Cookies . Se accedi a un qualunque elemento sottostante questo banner acconsenti all'uso dei cookie.
Leggi altri articoli Tag

Raduno Nazionale de iNudisti 2011: la relazione

Autore: iNudistiStaff
Pubblicato: 05/09/2011 23:09:44
Categoria: eventi
Letto: 10727
Rating: 4

Piccole cose crescono! L'idea del Raduno Nazionale de iNudisti ci venne nel 2008 e subito le demmo seguito con un Raduno al Lido di Dante purtroppo funestato da temperature invernali e acqua a catinelle. Ripetemmo nell'anno stesso il Raduno per rimediare alla catastrofe meteorologica del primo evento ottenendo un buon successo di presenze, dal che lo stimolo a proseguire nell'organizzazione della manifestazione.
Questo 2011 ci vede quindi nuovamente insieme per il quarto anno consecutivo e per il quinto Raduno Nazionale, che si ripete per la terza volta al Nido dell'Aquila, in quel di San Vincenzo in Toscana, dove l'appoggio logistico di Daniele Licarrotti ci permette di esprimerci al meglio nei contatti con i supporti logistici.

La prima cosa che si è quest'anno notata è stata una più pronta adesione all'evento: nel 2010 la maggioranza dei presenti aveva espresso la loro partecipazione negli ultimi quindici giorni , quest'anno già a fine luglio si registrava un buon numero di adesioni. Perché mettiamo in evidenza questo fatto? Perché a nostro parere manifesta che il Raduno è diventato un qualcosa di profondamente sentito, non è più solo un evento come tanti altri, ma un momento speciale atteso con impazienza. Questo si denota anche dalla partecipazione molto attiva delle persone, sempre più disposte ad aiutarci nel lato pratico e sempre più disposte a tollerare i piccoli inevitabili difetti organizzativi, non sempre imputabili agli organizzatori dell'evento, ma comunque pur sempre fastidiosi. E' proprio dai piccoli inconvenienti che si impara e si cresce, così noi stiamo facendo.

Piccole cose crescono! Riferendoci al nostro Raduno Nazionale ancora non vogliamo parlare di un grande evento, non vogliamo essere precipitosi e presuntuosi, ma pensiamo di poter parlare di un evento ormai popolare: sabato ben settantotto presenze in spiaggia, una quindicina di partecipanti all'esperimento di corsa, un'altra decina di presenze alla corsa in qualità di spettatori e settantatré alla cena; domenica sulle prime, causa gli scrosci di pioggia e il cielo temporalesco, solo una ventina di presenti in spiaggia, ma ben presto arrivano anche tutti gli altri e a mezzogiorno si contavano una settantina di persone, che, stando alle prenotazioni, sarebbero arrivate a superare il centinaio se il tempo non ci avesse messo lo zampino, tempo che ha fatto saltare anche la programmata caccia al tesoro, programmata per coinvolgere l'intera spiaggia nudista e, perché no, anche parte di quella tessile limitrofa, spiagge che, però, al momento giusto erano ancora vuote.

Come sempre, anche quest'anno il Raduno è stato aperto a tutti coloro che volevano partecipare, senza distinzioni di appartenenza a questo o quel forum, a questa o quella comunità, a questa o quella associazione. Noi de iNudisti ci pregiamo della presenza di tutti, siamo onorati quando qualcuno, chiunque esso sia, ci onora della sua adesione, è nostro preciso impegno quello d'essere da tutto indipendenti ma per nessuno chiusi. Riteniamo che questa sia la formula vincente del nostro Raduno, una formula che permette ai nudisti e naturisti di tutta Italia di potersi incontrare dal vero almeno una volta all'anno per partecipare a delle attività comuni. Rammentiamo, non per vantarci, che, al momento, questo è l'unico evento nudista indipendente a carattere nazionale.
 

Per concludere oltre a ringraziare tutti i presenti che con la loro adesione rendono possibile la realizzazione dell'evento e ci stimolano a continuare ad organizzarlo sempre meglio, dobbiamo e vogliamo ringraziare le presenze diciamo così "speciali". In primo luogo ringraziamo Daniele Licarrotti per l'importante aiuto all'aspetto logistico organizzativo e siamo profondamente dispiaciuti che non abbia potuto presenziare alla cena del sabato e agli eventi della domenica. Poi ringraziamo i diversi gruppi regionali e locali presenti, tra i quali la ricca rappresentanza di PCNat e quella dei soci ESNA. Infine, ultimo ma primo, ringraziamo Francesco Ballardini, Presidente dell'ANITA, che con la sua presenza ufficiale e l'apporto di magliette da donare ai presenti ha dato al nostro Raduno un significato ancora più grande e interessante, speriamo in futuro di poter essere ospiti degli altri Presidenti delle Associazioni Naturiste Italiane a testimoniare come si voglia lavorare per un obiettivo comune: il bene del movimento nudista e, di riflesso, anche di quello naturista.
 

Foto di Emanuele Cinelli
assegna il tuo punteggio: 1 non ti e' piaciuto, 5 fantastico!!!
Leggi i commenti a questo articolo
Questo sito/e-zine non rappresenta una testata giornalistica in quanto non viene aggiornato con cadenza periodica né è da considerarsi un mezzo di informazione o un prodotto editoriale ai sensi della legge n.62/2001.
>