iNudisti
Login
La più grande Community Nudista
Leggi altri articoli

Tag
Bagheera: un villaggio nudista (quasi) full immersion

Autore: EmanueleCinelli
Pubblicato: 05/01/2012 09:00:00
Categoria: luoghi
Letto: 5022
Rating: 4

Dopo un piacevolissimo e nudissimo soggiorno di quindici giorni effettuato nella prima metà di luglio della scorsa estate, senza la pretesa d'essere esaustivo e nella considerazione che quanto riportato vada essenzialmente riferito allo stato di fatto del periodo di soggiorno, eccovi la mia recensione di questo grazioso villaggio.

Un gruppo di appartamenti.
Situato al centro della costa orientale della Corsica, il Bagheera è un villaggio nudista di modesta dimensione suddiviso in due distinte zone: quella delle case, in diverse tipologie e dimensioni, e quella del campeggio, che accoglie tende, roulotte e camper. La maggior parte delle casette sono in muratura e costruite a gruppi di quattro appartamentini, tra loro a sbalzo. Poi ci sono delle graziose casette in legno, situate nella zona ovest del villaggio. Tra un gruppo di case e l'altro è lasciato ampio spazio, cosa che non si può invece dire per l'area
La zona tende.
campeggio, dove le piazzole sono appressate le une alle altre. In merito alle piazzole si può anche rilevare la loro poca uniformità sia in merito alle dimensioni che alla forma, questa non sempre adeguata alla sistemazione delle tende familiari e, visto che alla prenotazione non vi vengono richieste le dimensioni della tenda, la piazzola assegnata potrebbe creare qualche problemino. All'interno delle piazzole, inoltre, sono spesso presenti sassi, radici e ceppi sporgenti che vanno a incrementare i suddetti problemi di collocazione della tenda. Da notare anche la presenza di alte erbe, ma, invero, questo non crea un grosso fastidio e rende l'ambiente più selvatico, quindi più vicino allo spirito naturista. Le colonnine per l'attacco elettrico non sono numerosissime, ma comunque sufficienti, anche se in alcuni casi è necessario disporre di un cavo ben più lungo dei soliti 10/15 metri dei tradizionali avvolgicavo. Scarse, invece, le colonnine dell'acqua. Non tutte le piazzole dispongono di spazio per l'auto, ma è comunque sempre possibile parcheggiarla nelle immediate vicinanze. Pochissime le aree a cui non si può accedere nudi: la reception vera e propria e il ristorante principale, qualche dubbio sul ristorante della spiaggia, non essendoci entrato non ho avuto modo di appurare. Certo che, per un villaggio nudista, sarebbe più consono non avere zone interdette al nudo.

La reception del villaggio.
Il servizio di ricezione è ottimo, il migliore che abbia mai trovato fino ad oggi: vieni accolto con estrema cordialità, in pochi minuti vengono svolte le pratiche burocratiche e ti vengono date molte informazioni utili al soggiorno, tra cui una comoda piantina del villaggio. Peccato che sulla piantina non siano riportate le aree interdette al nudo, che non siano indicati i limiti della spiaggia nudista e che le indicazioni relative all'individuazione delle piazzole non abbiano corrispondenza con quanto esiste sul terreno: gli appositi indicatori numerati sono pressoché spariti tutti e le stradine non sono numerate. E' ben vero che rimediano apponendo visibili cartelli con il nome del campeggiatore in prossimità della piazzola, ma questo risolve solo in parte il problema, visto che per vederli bisogna prima arrivare alla piazzola. Altra piccola annotazione: il personale, tutto, è completamente e costantemente vestito, in un villaggio nudista ce lo si aspetterebbe nudo (come in effetti capita in diversi altri villaggi francesi). A proposito del vestirsi, pur non volendo in nessun modo sottintendere la necessità di obblighi di alcun genere, c'è da segnalare un uso eccessivo del vestiario anche da parte degli utenti, in particolare francesi (si vestono ad ogni pasto e alla sera), e ancor più degli adolescenti di nazionalità francese che fanno anche la doccia tenendosi addosso il costume. Si comprendono i problemi tipici dell'adolescenza, ma l'atteggiamento risulta comunque in contraddizione con la scelta di un campeggio nudista e poi c'è da osservare che, al contrario, i loro coetanei di altra nazionalità sono sempre tranquillamente nudi. Tornando agli adulti, come già detto alla sera si vestono in molti, tutti quelli che si allontanano dalla tenda per andare al ristorante o anche semplicemente sulla spiaggia, e se tu te ne vai a fare una passeggiata sulla spiaggia restandotene nudo, sebbene nessuno ti faccia aperte osservazioni, non è infrequente sentirsi osservati e percepire un certo fastidioso dissenso.

La fitta foresta attorno al villaggio.
L'intera area del villaggio è immersa in un ombroso bosco di eucalipti, che rilasciano costantemente la loro balsamica fragranza rendendo il soggiorno oltre che rilassante anche salutare. Attorno alla strada d'accesso la foresta, come la chiamano qui, si arricchisce di un fitto sottobosco che la rende impenetrabile, solo radi sentierini si spingono al suo interno consentendo piacevoli, seppur brevi, passeggiate. A est del bosco, poco oltre il piazzale della reception, una stradina sterrata si dirige a sud attorniata da basse piante e cespugli; su di essa sono stati piazzati alcuni attrezzi ginnici, tra cui un insolito ma divertente slalom, a formare un comodo, seppur breve, percorso vita.

assegna il tuo punteggio: 1 non ti è piaciuto, 5 fantastico!!!

Leggi i commenti a questo articolo

Questo sito/e-zine non rappresenta una testata giornalistica in quanto non viene aggiornato con cadenza periodica né è da considerarsi un mezzo di informazione o un prodotto editoriale ai sensi della legge n.62/2001.