iNudisti
Login
La più grande Community Nudista
Leggi altri articoli

Tag
4° Raduno Nazionale de iNudisti: resoconto

Autore: Emanuele Cinell
Pubblicato: 24/09/2010 10:23:49
Categoria: eventi
Letto: 7998
Rating: 4

E' una splendida serata di fine estate, la temperatura ancora gradevole invita a stare all'aperto, un cielo stellato si contrappone alla verde campagna toscana, sull'orizzonte dolci declivi sorgono al di sopra di una lunga pineta. Un piccolo fiume lentamente scivola fra rive scoscese, nelle sue acque si specchiano alte erbe e la, dove mestamente s'incunea sotto una stretta strada, fa da confine ad una vecchia villa contornata da uno splendido giardino, dalla quale s'alzano nell'aria sottile voci confuse, risate e un lungo, possente applauso. Che succede?

La campagna è quella di San Vincenzo, nota località turistica in provincia di Livorno; le colline sono quelle del Poggio San Leonardo, del Promontorio di Populonia e del Promontorio di Piombino; la pineta è quella di Rimigliano; la villa è l'Hotel ""Il Mulinaccio""; le voci e gli applausi sono quelli de iNudisti. Ecco, succede che, qui in quel di San Vincenzo e, più precisamente, della zona di Rimigliano, si sta svolgendo un raduno a carattere nazionale, il raduno degli utenti del sito Internet ""iNudisti.it"", un sito che non solo sviluppa una rete sociale per la condivisione di quanto concerne e fa da contorno a un determinato stile di vita, ma si propone anche di fare una corretta e puntuale informazione in merito a tale stile di vita, quello del nudismo, e dei suoi punti di contatto, delle sue intersezioni, delle sue sovrapposizioni con il naturismo.

Il raduno si è aperto alle 10 di questo 11 settembre 2010, la piazza principale è stata allestita, già di buona mattina, sulla spiaggia del Nido dell'Aquila, nel suo punto di contatto con la spiaggia del Park Albatros, villaggio che ospita la maggior parte dei radunanti. Il Nido dell'Aquila è un vecchio podere diroccato a poche centinai di metri dal mare, dal quale lo separano una pineta e possenti dune di sabbia ricoperte da impenetrabile vegetazione; oltre le dune una larga spiaggia prende il nome dal podere e su questa già da diversi anni si pratica il nudismo. Una condizione da tempo accettata dalle autorità locali ma senza una precisa ufficializzazione; quest'anno è finalmente arrivata la delibera della Giunta Comunale di San Vincenzo che, in data 24 marzo 2010, ne ha decretato la specifica, anche se (opportunamente) non assoluta, destinazione d'uso. La seconda spiaggia italiana che viene ufficializzata nel suo utilizzo nudista.

Proprio per ringraziare la Giunta di San Vincenzo di tale scelta, oltre che per formulare un riconoscimento palpabile a chi di questa ufficializzazione ne è stato il principale artefice e ci ha dedicato molto del suo tempo, il simpatico e laborioso Daniele Licarrotti, che quelli de iNudisti hanno deciso di ripetere qui il loro annuale Raduno Nazionale.

Dicevamo, il raduno si è ufficialmente aperto alle 10 di sabato 11 settembre, a quell'ora, nella zona ad esso deputata e ben identificata da appositi striscioni, già c'erano una decina di persone, arrivate in zona il giorno prima o anche più giorni prima. Dopo una settimana in cui il tempo meteorologico si era scatenato con piogge su quasi tutta la penisola e forti mareggiate, oggi la giornata è assolutamente solare, c'è ancora un maestrale abbastanza forte, ma aiuta a meglio sopportare l'irraggiamento solare. Ben presto la sabbia, invero minuta graniglia di sassi, si copre di teli e ombrelloni e nel primo pomeriggio le presenza si contano in più di 40 persone, per salire a 62 nel pomeriggio avanzato. Interessante e piacevole notare il contrasto tra l'affollamento della zona nudista e la bassa densità di presenze sul resto della spiaggia, sia sul lato Tuscania, che su quello Park Albatros: appare realistico pensare che, nel prossimo futuro, si debba prevedere un ampliamento del tratto nudista! Altra annotazione meritevole, anche perché era uno dei principali obiettivi del raduno, riguarda i non pochi contatti con i tessili presenti nella spiaggia del Park Albatros, venuti al tavolino della reception a chiedere informazioni o a leggere i volantini appositamente predisposti.

In serata, come già detto, i radunanti si ritrovano presso l'Hotel ""Il Mulinaccio"" per deliziarsi in un lauto banchetto conviviale a base di pesce. Durante la cena arriva la notizia che, in quel di Jesolo, è stata ufficializzata la terza spiaggia nudista italiana, quella della Laguna del Mort. La notizia che viene accolta da un poderoso applauso: due spiagge nudiste ufficializzate in un anno è un risultato importante, al quale non si può esimersi dall'affiancare i diversi segnali positivi che sono arrivati e continuano ad arrivare dai media locali e nazionali. Gli organizzatori del raduno, Emanuele Cinelli e Massimo Lanari, segnalano anche il crescente successo del sito de iNudisti, come testimoniato dai ranking di Alexa, uno dei più apprezzati motori di valutazione dei siti: iNudisti si piazza, senza aver attuato nessuna delle specifiche politiche di miglioramento delle valutazioni, al duecentocinquantaduemillesimo posto, posizione che un solo altro sito di nudismo (americano) riesce ad avvicinare.

A chiusura della cena si passa al taglio della cravatta … oops, no, della maglietta di Daniele Licarrotti, al fine di dare all'ESNA (Ente per lo Sviluppo del Nido dell'Aquila, di cui Daniele è il fondatore e il Presidente) un solido contributo per il grande lavoro svolto e quello che ancora sarà da svolgere: a tutti gli effetti l'ufficializzazione della spiaggia non chiude l'impegno ma, caso mai, lo rilancia e lo amplifica.

Domenica 12 alle 8 l'organizzazione ripristina la segnalazione del percorso d'avvicinamento al luogo di raduno e la delimitazione del tratto di spiaggia scelto per il raduno. Complice la cena e, soprattutto, il dopo cena


assegna il tuo punteggio: 1 non ti è piaciuto, 5 fantastico!!!

Leggi i commenti a questo articolo

Questo sito/e-zine non rappresenta una testata giornalistica in quanto non viene aggiornato con cadenza periodica né è da considerarsi un mezzo di informazione o un prodotto editoriale ai sensi della legge n.62/2001.